IN QUESTO BLOG PARLEREMO DI TUTTE LE DISTRIBUZIONI LINUX E LE LORO CARATTERISTICHE, GRAZIE E BUONA PERMANENZA!!!

Benvenuti Da....

LINUX

LINUX
The World Linux

Il Rimborso di Windows.

Il Rimborso di Windows sulla Licenza, in alternativa Linux.

A tutti sarà capitato di acquistare un nuovo PC, forse ad un centro commerciale o in tempi più recenti da qualche conveniente store on-line. Il momento più eccitante è ovviamente quello dello spacchettamento del PC appena arrivato per ammirare l'ultimo gioiello tecnologico di casa (o un banalissimo PC).

Molti di voi non avranno nemmeno mai pensato al fatto che la parte fisica e tangibile del computer viene venduta nella stragrande maggioranza dei casi con un software di base preinstallato, il Sistema Operativo (SO).

Un SO può essere definito, in maniera semplificata, come un programma che si interpone tra l'hardware (circuiti, memorie, processori) e l'utente, avviando ad esempio una canzone o aprendo il browser per connetterci ad internet o editare un file con il vostro word processor. Un semplice schema di funzionamento è illustrato nell'immagine di seguito. Risulta ovvio che senza SO un computer non può funzionare poiché l'utente non può "dire" alla parte fisica come e quale programma eseguire.


Ma chi ha scelto il SO che state usando? vi sono state offerte delle opzioni nella fase di acquisto del vostro PC? E se avete già acquistato in precedenza una licenza d'uso per un SO potete riutilizzarla al momento dell'acquisto di un nuovo PC?

Sebbene la questione sembrerebbe di facile risoluzione è in realtà abbastanza intricata. In pratica, la quasi totalità dei computer venduta direttamente dai produttori o dalle varie catene di elettronica di consumo include un sistema operativo come parte integrante del pacchetto.
All'interno di questo "acquisto coatto" ci sono delle distinzioni da fare.


La licenza di Windows del tipo OEM vale per quella copia del software così come pre-installata su quella determinata macchina e quindi non può essere utilizzata su un qualsiasi computer. Cosa che possiamo fare acquistando, invece, una licenza Retail.
Il problema sorge nel momento in cui l'acquirente è un utente di un sistema operativo alternativo. Il caso tipico è quello di LINUX che ha una licenza open source con la quale tutti possono scegliere di installare un SO a costo zero e di utilizzarlo sul proprio PC. In questo caso è lecito chiedere come farsi rimborsare il costo della licenza OEM di Windows se non se ne ha necessità e non si ha nessuna intenzione di usarlo.

Windows



Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian

A Monaco di Baviera lascia Linux.

A Monaco di Baviera lascia Linux per tornare a Windows.

Incredibile ma vero sembra che a Monaco di Baviera lascia Linux per tornare su Windows,
nel 2003 si parlò molto della città di Monaco di Baviera perché l’amministrazione comunale decise di scegliere l’open source, abbandonare Windows e passare a Linux o meglio LiMux, una distribuzione ad hoc (variante di Ubuntu) per i vari uffici dell’ente locale (una migrazione che ha riguardato migliaia di computer).

Dopo ritardi e inconvenienti vari, nel 2013 è stato completato il passaggio sfruttando come suite da ufficio prima OpenOffice e poi LibreOffice ma ora il Comune ci ha ripensato e vuole gradualmente (entro il 2020) tornare a Windows.

Anziché risparmiare la distribuzione scelta avrebbe generato nuove spese. L’infrastruttura non è riuscita mai a eliminare del tutto la dipendenza da Windows, in particolare per l’uso di sistemi di Oracle e SAP e l’impossibilità di visualizzare o modificare correttamente alcuni documenti in PDF, in particolare quelli scambiati con l’esterno.

A detta di Matthias Kirschner, presidente di Free Software Foundation Europe, il problema non è causato dall’uso di software open source ma dalla cattiva gestione e organizzazione.

Kirschner evidenzia che il nuovo sindaco sin dall’inizio si era schierato contro Linux, chiedendo ad Accenture (un partner Microsoft) uno studio in merito.

Molte del malcontento, a suo dire, deriva dall’uso di vecchie versioni di software e da problemi organizzativi che hanno rallentato le procedure di aggiornamento.

Sono da anni inoltre utilizzati particolari software utilizzati dalle amministrazioni pubbliche che obbligano gli utenti a restare non solo su Windows ma su versioni specifiche di quest’ultimo. A lungo termine il comitato raccomanda alla città l’uso di applicazioni indipendenti dal sistema operativo client, sfruttando applicazioni web, in remoto o soluzioni di virtualizzazione.


Monaco di Baviera

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian

La App Linux Stacer.

Ecco l'ottimizzazione fatta ad app.

Oggi parleremo di un argomenti interessante La App Linux Stacer, uno dei grandi scogli da superare per chi, abituato al sistema operativo di Microsoft, vorrebbe passare a una distro Linux è la dipendenza da CCleaner, programma di ottimizzazione discretamente funzionante, utile a rimuovere i file non necessari dal proprio sistema, alleggerendone il carico, pulire il registro di sistema dai piccoli errori che possono occorrere, ma anche solo per disinstallare i software superflui in modo rapido e sicuro.

Non c’è problema, o sperduti maniaci dell’ottimizzazione, abbiamo la soluzione anche per voi: si chiama Stacer, è un’applicazione molto simile alla già citata CCleaner che si fonda su Electron.

Nell’istante in cui aprirete il software verrete accorti da una dashboard molto intuitiva con tutte le informazioni di base inerenti al vostro PC e delle risorse in quel momento utilizzate (memoria, CPU, rete, disco rigido e altre amenità).

Da qui potrete avere accesso a tutta una serie di interessanti sezioni e features, ad esempio System Cleaner un utile pannello che vi permetterà di rimuovere e eliminare diversi file sostanzialmente inutili nella maggior parte dei casi:

1) Apt Cache

2) Crash Reports

3) System Logs

4) App Cache

L’unico piccolo avvertimento che ci sentiamo di darvi è di prestare particolare attenzione nell’eliminare la cache delle applicazioni, in quanto potrebbe portare alcune piccole seccature, come rallentamenti del sistema, il log-out dai siti a cui eravate collegati e la cancellazione della cronologia.

Una seconda sezione di discreto interesse è quella Startup Apps, che gestisce le applicazioni che si avviano automaticamente insieme al sistema.
Ovviamente più applicazioni si auto avvieranno, più lento sarà l’avvio generale del PC, consigliamo, quindi, di selezionare accuratamente il numero di applicazioni da avviare in partenza.

La sezione chiamata Services, invece, vi consentirà di navigare fra i servizi di sistema.
Probabilmente è la sezione su cui dovrete muovervi con maggiore cura e attenzione, in quanto se disabilitarne alcuni libererà della memoria, il rischio di disattivare servizi di fondamentale impatto per il funzionamento del PC è particolarmente alto.

La sezione Unisintaller, banalmente, vi mostrerà qualunque cosa sia installata nel sistema, da qui potrete disinstallare in tutta sicurezza e tranquillità i software che non dovessero più interessarvi.

Si può installare anche su Ubuntu, ecco qua:

(sudo dpkg -i Stacer_1.0.3_amd64.deb)

Non resta che installarla e testarla.
Stacer
Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian



Ecco Hitman su Ubuntu.

Ecco Hitman su Ubuntu  compresi 3000 giochi.


Feral Interactive, software house inglese che da qualche tempo si occupa del porting di videogame più o meno famosi su piattaforma Ubuntu e Steam OS, non si ferma mai e l’ultimo regalo che ha deciso di fare agli utenti pinguinati è la prima stagione completa del famosissimo gioco stealth Hitman, recentemente rilasciata anche per tutte le altre piattaforme.

La serie, composta da 6 capitoli, è adesso disponibile per Ubuntu 16 e Steam OS (il sistema operativo a base Debian utilizzato principalmente dalle Steam Machine, le console di Valve) sia per GPU Nvidia che AMD.

I requisiti minimi per far girare il gioco sono particolarmente onesti:

1) CPU Intel Core i5-2500K 3.3GHz

2) 8GB di RAM

3) 70GB di spazio disco

4) GPU Nvidia GeForce GTX 680 (2GB) – Driver version 375.26 oppure AMD R9 270X (2GB) –

5) Driver version Mesa 13.0.3

Purtroppo le GPU Intel non sono supportate dal gioco, il cui acquisto è disponibile tramite Steam, la piattaforma di acquisto videogame più famosa al mondo, mentre qui troverete tutte le informazioni che cercate.

Negli ultimi anni le cifre inerenti al gaming su Ubuntu hanno raggiunto entità completamente inaspettate, considerando che fino a 4 anni fa i giochi disponibili per gli utenti Ubuntu non superavano la cinquantina.
Evidentemente l’interesse nei confronti del settore videoludico sta crescendo in maniera esponenziale nel mondo di Linux, anche considerando i tempi di questa crescita: per esempio fino a Settembre scorso i titoli disponibili erano intorno ai 2.000, il che sta a significare che in circa sei mesi un migliaio di titoli sono stati aggiunti al catalogo-

Un’altra sostanziale differenza rispetto al recente passato è l’importanza dei titoli disponibili, siamo passati da titoli minori e indipendenti a veri e propri Tripla A, quali Tomb Raider, Hitman, DiRT Rally, Warhammer e Civilization VI, solo per citarne alcuni.
Buona parte del merito di questa esplosione è certamente da dare a Gabe Newell e alla nascita del progetto Steam OS, che registra numeri interessanti, abbastanza da restare in vita, quantomeno.

Hitman

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian



Skype su Linux.

Skype su Linux Continuerà.

Di recente molti utenti di Linux, si sono domandati se Skype funziona ancora, per via degli ultimi aggiornamenti che non sono stati fatti, anche per le varie novità di skype dove permettono di fare le chat di gruppo e molte altre cose.

Alcune informazioni sono venute fuori che Skype continuerà a stare su Linux vediamo come:

La settimana scorsa alcuni utenti del vecchio client Skype per Linux (non Skype for Linux alpha) si sono visti recapitare un e-mail che sosteneva che dal 1 Marzo il supporto al client sarebbe cessato, e che era necessario aggiornare alla versione più recente. Ovviamente l’app, come sapete, non viene aggiornata da anni e non esiste alcuna nuova versione.

Ecco un breve sunto della mail incriminata: ‘…functions may stop working correctly on these older builds’.

Oggi però è stato ufficializzato che quella mail è stata inviata per errore e il funzionamento del servizio non è in pericolo. Le notizie in realtà non sono così benevole come sembra. Insieme alle scuse per l’errore si legge anche che in un futuro non troppo lontano le vecchie builds smetteranno di funzionare, questa volta per davvero. Speriamo che ciò avvenga il più tardi possibile visto che il tasso di adozione del client tra gli utenti Linux è ancora molto elevato.

La cosa che ha lasciato un po’ di stucco è stato il tempo necessario per fornire questa rettifica, più di una settimana. Non credo sarebbe stato un problema per la compagnia avvisare in tempi più brevi, magari uno o due giorni dopo.

Skype

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian




Come si Installa Ubuntu.

Vediamo come si installa Ubuntu.

Hai fatto il grande passo: hai deciso di usare Linux. Per lo meno, vorresti vedere un po’ come si fa, e poi decidere se abbandonare gli altri sistemi operativi, tornare di corsa a loro, oppure utilizzarli tutti insieme appassionatamente. Ci sono vari modi per installare Linux in un PC, ma se sei all’inizio il consiglio è di puntare a un’installazione reversibile. Che ti permetta, cioè, di tornare sui tuoi passi in modo veloce e indolore. A questo punto, le scelte essenziali sono due: “Live” o in un ambiente virtualizzato.

Per antonomasia, la distribuzione Linux dedicata ai meno inesperti, a quelli che vogliono vedere come funziona Linux ma non sanno da che parte iniziare, è Ubuntu. Esistono altre distribuzioni anche più semplici, e a tal proposito ci sono varie scuole di pensiero, ma è innegabile che Ubuntu sia quella più diffusa e meglio supportata. Il tuo primo viaggio in Linux, dunque, parte dal download di Ubuntu. Visto che siamo italiani, per effettuarlo vai nel sito della grandiosa comunità italiana, su Ubuntu.

Una volta qui, clicca su Download. Nella pagina successiva lascia impostato tutto com’è, fai solo attenzione al fatto che la versione sia a 32 o 64 bit. E poi clicca su Avvia il download. Parte lo scaricamento del file: impiega qualche minuto, a seconda della tua connessione, perché si tratta di quasi un gigabyte. Al termine, ti ritrovi con questo bel file di tipo ISO, cioè un file “immagine” che contiene tutto il necessario per installare Ubuntu.

Adesso, se non hai un programma di virtualizzazione, scaricane uno. Per esempio VirtualBox: vai su VirtualBox, clicca su download e scarica la versione più adatta al sistema operativo che utilizzi (è gratuita). Fatto questo, installala e avviala. Dalla finestra principale di VirtualBox clicca su Nuova, quindi scrivi un Nome (per esempio Ubuntu), in Tipo seleziona Linux e in Versione imposta Ubuntu, a 32 o 64 bit a seconda della versione che hai scaricato poco fa.

Clicca su Avanti, per due volte. Poi, clicca su Crea, su Avanti, ancora su Avanti e poi su Crea. Adesso clicca su Impostazioni, poi su Archiviazione e, in corrispondenza di Controller: IDE, clicca sulla voce Vuoto.

In Attributi, clicca sull’icona del disco e seleziona Scegli un file di discoCD/DVD virtuale. Quindi, seleziona il file ISO scaricato poco fa. Ora clicca su Ok. Dalla finestra principale, adesso non ti resta che cliccare su Avvia. Qualche decina di secondi, e Ubuntu è belo che pronto davanti ai tuoi occhi. Nell’elenco di lingue seleziona Italiano.

Se vuoi fare una prova veloce, clicca su Prova Ubuntu, altrimenti scegli Installa Ubuntu. In questo caso, però, niente paura: Ubuntu sarà installato in una porzione di memoria che non inficia gli altri programmi installati nel tuo computer. Già con Prova Ubuntu, comunque, hai modo di vedere che gran bel pezzo di sistema operativo è Ubuntu.

Ubutnu

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian




Il potente PC.

Il potente PC da Inserire sia Windows che Linux.

Oggi presenteremo il Pc Potente il computer che usa sia con Linux che con Windows. "Uso principalmente Gentoo Linux da almeno 10 anni, ma mantengo la partizione Windows (adesso 10) per giocare. Pertanto su Windows ci sono solo Steam, Uplay e il gioco di turno a cui sto giocando in questo momento".

"Su Linux invece trovano spazio ogni genere di tool, dalla grafica amatoriale a servizi web per gestire e accedere al PC ovunque mi trovo (Apache, SSH, Sonarr, Deluge, Nextcloud), mentre come soluzione multimediale sto usando con piacere Kodi. Quando possibile gioco anche su Linux, ad esempio a Team Fortress 2".

In precedenza Andrea aveva un PC basato su un Core i7-920, che però iniziava a mostrare i segni dell'età. Così il lettore ha pensato di fare un PC da zero, compatto ma potente.

"È anche estremamente silenzioso dato che una delle ventole interne, la ventola dell'alimentatore e quelle della VGA, entrano in funzione solo quando si raggiungono temperature da gioco. Le ventole del sistema a liquido si regolano in base alla temperatura, mentre l'unica ventola al 100% tutto il tempo è quella in immissione (sul frontale) in modo da generare una pressione positiva all'interno del case e cercare di mantenere fuori la polvere".

Per la sua configurazione Andrea ha selezionato un case Phanteks Enthoo Evolv ITX, optando per l'accoppiata Asus Z170i Pro Gaming / Core i5-6600K e 32 GB (2 x 16 GB) di memoria DDR4 Corsair Vengeance LED a 3000 MHz. La scheda video è una Gigabyte GTX 1060 Windforce OC 6GB, mentre l'alimentatore è un EVGA Supernova GQ da 650 watt. Due SSD e due hard disk si occupano dell'archiviazione.

Per quanto concerne il raffreddamento, ha optato per un Corsair H100i V2, mentre la ventola in espulsione sulla parte posteriore è una Thermaltake Riing 14 LED Red. "Ho fatto un test con Prime e le temperature si attestano sui 70 gradi circa. Ho anche overcloccato la CPU a 4,5 GHz senza problemi di stabilità. Potrei alzare a 4,8 GHz, ma mi sembra superfluo al momento".

Il PC Potente

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian




 

Cos'è Ubuntu Software Libero.

Cos'è Ubuntu Software Libero?.

Ubuntu Software Libero sarebbe un Blog che riguarda il Mondo di Linux, anche se ci sono alcuni argomenti che conosciamo già o abbiamo già letto, dove ci sono delle novità per far affacciare le persone in questo fantastico mondo.

In molti siti ne parlano di Linux però tendono a parlare solo di alcune distribuzioni non tutte, in questo Blog parliamo di tutte le distribuzioni senza discriminazione tra l'uno e l'altra.

Perché il nome "Ubuntu Software Libero" questo nome ha un significato molto importante, dato che riguarda Linux, nel dettaglio sarebbe uno slogan dove: Ubuntu: è uno dei sistemi più noti e semplici da usare, Software: dove ci sono all'interno programmi ma anche sistemi (quindi distribuzioni), Libero: che è una cosa libera quindi di Libertà

All'interno del sito troviamo diverse cose interessanti, tra cui le varie Iso da scaricare, i vari forum e siti per documentarsi meglio sulle varie distribuzioni, non dimentichiamoci i Riferimenti ai Wikipedia e gli aggregatore di siti, dove ci sono diversi siti che parlano di Linux.

Non dimentichiamoci che in ogni articolo che io posto compare il link del gruppo: "Distribuzioni Linux in Italia" è un gruppo creato da me, dove i più appassionati e più esperti tra loro collaborano per aiutare le persone ad affacciarsi su Linux e risolvere eventuali tematiche e problemi.

Nel gruppo al suo interno c'è scritto: "Questo gruppo nasce per discutere tematiche riguardanti il mondo Linux, risolvere possibili problemi o incertezze, sia in fase di installazione sia nel mantenimento della propria Distribuzione. Potrete inoltre sponsorizzare le vostre creazioni: un vostro programma, una vostra remix, lo screenshot del vostro desktop,...

Questo gruppo non discrimina nessun Sistema Operativo e sopratutto di collaborare insieme come un Team, in quanto ognuno possiede pro e contro, è possibile discutere e paragonare i vari OS nei limiti del rispetto reciproco e dell'educazione.

E' in oltre presente un area file dove verranno pubblicate periodicamente delle guide e del materiale che può essere utile per tutti.

In aggiunta parleremo là dove iniziò il tutto, il padre di Unix: Multics.

In questo gruppo non sono ammessi pubblicità di altri gruppi.
Buona e cordiale permanenza del gruppo,
lo Staff."

Ubuntu Software Libero
Distribuzioni Linux In Italia


Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian




 

Ecco Chrome 56.

Finalmente Chrome arriva su Windows, macOS e Linux.


Ecco Chrome 56 finalmente, Prende il via in queste ore il rilascio dell’aggiornamento che porta Chrome 56 su computer con piattaforma Windows, macOS e Linux. Come sempre, per tutti coloro che hanno il browser già installato, l’update viene scaricato e applicato in modo automatico, mentre gli altri possono effettuare il download e l’installazione del software direttamente dalle pagine del sito ufficiale.

Una delle novità più interessanti di questa versione è quella già anticipata nelle scorse settimane, ovvero il supporto nativo alla gestione dei file FLAC, che in questo modo non richiedono un programma esterno per poter essere riprodotti quando incontrati durante la navigazione. Una feature di cui beneficeranno soprattutto gli utenti in possesso di un Mac, poiché il sistema operativo non garantisce in modo nativo la compatibilità con questo formato lossless, parecchio diffuso tra la community di audiofili per la sua elevata fedeltà dovuta alla mancanza di compressione tipica invece degli MP3.

Il gruppo di Mountain View continua inoltre a spingere HTML5 come standard per il Web, attivandolo di default per tutti (con la versione 55 la novità aveva riguardato solo una parte degli utenti). Aprendo un sito con contenuti in Flash per la prima volta, viene mostrato un avviso. Ancora, sul fronte della sicurezza, Chrome etichetta come “non sicuri” i siti HTTP che raccolgono informazioni sensibili come password o dati relativi alle carte di credito. L’obiettivo è, ovviamente, quello di forzare i webmaster ad adottare il protocollo HTTPS.

Infine, si segnala l’introduzione della Web Bluetooth API che consente alla Web app su Android, Chrome OS e macOS di comunicare con dispositivi Bluetooth LE nelle vicinanze. Una funzionalità che strizza l’occhio al futuro della Internet of Things.
Chrome 56

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian




La console Novatio.

La console con Linux.

Novatio avrà come sistema operativo NovOS una derivazione Debian che i programmatori di Torino hanno creato personalmente; la particolarità di questo sistema operativo è la capacità di eseguire software Windows anche su Linux, infatti sfruttando un particolare chip FPGA avrà la caratteristica unica e rivoluzionaria di poter eseguire software .exe senza l'ausilio di emulatori o di programmi come "Wine".

Questo significa che la console non è una Steam Machine, le quali limitandosi a eseguire giochi Steam compatibili con linux avevano un parco giochi limitato ed erano un fallimento già sulla carta, poi risultato anche dai dati di vendita pessimi dei primi esemplari immessi sul mercato.

Il progetto Novatio è unico, una console con un numero di giochi altissimi che non si limiterà solo ai titolo per pc, avendo implementato un sistema android il quale permetterà di giocare a molti più titoli e accedere a molti emulatori, aumentando in modo esponenziale la compatibili con diversi sistemi rendendo illimitato il parco software della console (in futuro verranno anche sviluppate delle esclusive).


Un altra caratteristica interessante della console è l'intercambiabilità dei componenti, Novatio sarà la prima console modulare al mondo, grazie a questa caratteristica resterà sempre una console aggiornata e pronta a competere con i migliori pc da gaming; volendo creare una console con linux gli ingegneri hanno pensato un pò alla filosofia di linux che si basa sull'essere open data e upgradabilità, una filosofia sulla quale si basa tutto il progetto. A tal proposito Samuele ci dice:

"Riteniamo che non sia corretto far cambiare una console ogni 5 anni agli utenti, i possessori di un pc sono avvantaggiati sotto questo punto di vista, proprio per questo abbiamo voluto trovare un metodo per far si che i futuri possessori di Novatio potessero rimanere sempre al passo con i tempi senza dover acquistare una nuova console. Il problema principale è che la maggior parte degli utenti non sanno cambiare i componenti di un pc, proprio per i meno esperti abbiamo pensato a come rendere semplice quest'operazione, lavorando con Hydra (un'azienda italiana costruttrice di case) abbiamo sviluppato degli "scompartimenti" che evidenziano i componenti e semplificano il tutto, ad esempio per sostituire la scheda video basterà premere un tasto e alzarla senza troppe complicazioni, cambiare ogni componente sarà intuitivo, inoltre sarà scritto tutto su un piccolo manuale."

Novatio è un progetto italiano destinato a cambiare un'industria e il mondo gaming per sempre, grazie alla semplicità e grande compatibilità del sistema operativo e aggiornabilità dell'hardware.

Console Novatio

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian

In arrivo Dirt Rally su Linux.

Ecco Dirt  Rally su Linux.

Impegnativo, con un ottimo modello di guida finalmente slegato dalla logica puramente arcade dei precedenti capitoli, DiRT Rally è un titolo davvero imperdibile per tutti gli appassionati delle quattro ruote.

Per essere veramente performanti, in DiRT Rally, la parola d’ordine è concentrazione: per risultare vincitori nei vari eventi, soprattutto nei rally e nell’hillclimb, è d’obbligo rimanere con gli occhi fissi sulla strada, e riuscire a pensare in anticipo a come affrontare una curva.

DiRT Rally può contare su una trentina di vetture divise in dieci categorie (dagli anni ’60 al 2010), e circa settanta tappe di sei eventi; per il rallycross, invece, le piste disponibili sono tre, con sei vetture. La modalità hillclimb, invece, è tutta incentrata sulla scalata al Pikes Peak, affrontabile con tre auto. La modalità carriera è la più interessante: partirete dal fondo e a forza di gareggiare conquisterete denaro utile per acquistare vetture più performanti. Dal punto di vista dei contenuti, dunque, non ci si può di certo lamentare. Il modello di guida che non è completamente simulativo, ma riesce ad offrire una sfida divertente e in alcuni tratti esaltante. Si potrebbe pensare che solo guidando le auto più veloci e potenti ci si possa divertire, ma ogni categoria di vetture riesce a regalare la propria sfida; guidare una Lancia Fulvia HF sui pietrosi rettilinei gallesi, difatti, è questione assai diversa rispetto a padroneggiare una Subaru Impreza del 2001. Non cambia solo la sensazione di velocità, o evidentemente i riferimenti che vanno utilizzati per cercare di prendere la linea migliore durante i tornanti. Le differenze si notano nella sensazione del peso della vettura, ma soprattutto nelle reazioni alle nostre sollecitazioni durante l’utilizzo del freno a mano, o nei cambi di direzione, e nelle scalate di marcia. DiRT Rally è un titolo complicato da padroneggiare, ma nei momenti in cui il navigatore dà con tempismo l’indicazione di una curva difficile, magari alla fine di un rettilineo fangoso, e si riesce a utilizzare quel minimo di freno a mano che serve a prendere un tornante come si deve, la soddisfazione si accompagnerà anche a un certa esaltazione. Come si dice in questi casi, provare per credere.


Dirt Rally

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian

KDE Slimbook.

Un MacBook Air con Linux.

Linux può funzionare su qualsiasi dispositivo, ma nel caso dei notebook è piuttosto complicato cercare driver compatibili, molti dei quali con licenza proprietaria. Gli utenti possono ora acquistare il KDE Slimbook, un modello con sistema operativo KDE neon, basato sulla nota distribuzione Ubuntu e disponibile in due configurazioni, entrambe con un design che ricorda chiaramente i MacBook Air di Apple.

Il notebook, realizzato dal rivenditore spagnolo Slimbook in collaborazione con la community KDE, è stato progettato per offrire agli utenti un’alternativa ai prodotti attualmente sul mercato con sistemi operativi chiusi e numerose applicazioni preinstallate (bloatware). Il KDE Slimbook possiede un telaio in alluminio e uno schermo da 13,3 pollici con risoluzione full HD (1920×1080 pixel). La dotazione hardware comprende processori Intel Core i5-6200U a 2,3 Ghz o Core i7-6500U a 2,5 GHz, 4/8/16 GB di RAM e SSD Samsung o Crucial da 120/250/500 GB.

La connettività è garantita dai moduli WiFi 802.11b/g/n/ac, Ethernet (tramite adattatore) e Bluetooth 4.1. Sono inoltre presenti una webcam, due porte USB 3.0, card reader SD/MMC, uscita mini HDMI e batteria da 6.800 mAh. La tastiera è retroilluminata. Dimensioni e peso sono 33x22x1,8 centimetri e 1,36 Kg, rispettivamente.

Il sistema operativo è KDE neon con interfaccia desktop Plasma e le KDE Applications. In futuro sarà possibile scegliere altre distribuzioni. Il prezzo della versione base con Intel Core i5, 4 GB di RAM e SSD da 120 GB è 729 euro, mentre il modello con Intel Core i7 costa 849 euro. L’arrivo sul mercato è previsto per il mese di marzo.

KDE Slimbook.

Per saperne di più su Linux=https://www.facebook.com/groups/416785168484322/









LinuxPcubuntu downloaditalian